bankeriinfo@bankeri.it

 

Bankeri (Francesco Bancheri) was born in Rome, Italy, in 1978. After completing his studies at art school, he graduated in Scenography at the Academy of Fine Arts in Rome in 2001. Thereafter, he deepened his interest in photography.  Much of his research focuses on the transformation of the induced visual message, especially when mediatic. Newspapers reduced to clippings are brought back to their reality of signs, textures and colors, to be used as a pictorial medium through the collage technique. Bankeri fragments, cuts, glues, tears, transforming newspapers, posters etc. in something imaginative, “different”, in which any reference to the “forced” message disappears. As time went by, this “manipulation” of the transformation has expanded to three-dimensional elements, giving life to a path that includes installations which occupy the concept of space. Bankeri lives and works in Rome. He loves art, music, and more than anything, going around with his motorcycle.

 

All Rights Reserved

Now

 STAY MONKEY
quarantine diary

una suite fotografica realizzata a ritmo circadiano dal 09.03.2020 al 17.04.2020
(a photographic suite created in circadian rhythm from 09.03.2020 to 17.04.2020)

Fotografia – autoscatto iPhone6s
Location – appartamento dell’artista
Costumi originali – collezione privata
Testo – Stefano Gallerani
impaginazione grafica David Di Pietro

ODISSEA IN UNO SPAZIO
di Stefano Gallerani

Mondi celesti o volte metalliche. Più niente di tutto questo. L’arte non è se non imitazione della natura. Le cose non accadono a caso. Ma a casa. In particolare, in una casa: casa Bankeri. E se le porte di casa si chiudono davanti agli occhi di chi l’abita, la casa diventa un’esperienza cosciente. L’unica possibile. Per quattro giorni. Quattordici. Quaranta. È la reclusione condivisa: Alcatraz deluxe. La mente prigioniera deve abituarsi. Scoprire i nuovi contorni della propria figura: l’ombra proiettata dal salone al corridoio. Le tracce lasciate tra la camera da letto e la cucina. Poco più che un riflesso. Dallo specchio allo schermo. Le dimensioni cambiano in ragione degli spazi. Gli spazi prendono vita in ragione del tempo. Sign o’ the Times… Ma Times, they are A-Changin’. E l’orologio comincia a girare. La clessidra si dilata. Confinato tra quattro pareti, l’uomo diventa un animale domestico. Strano ircocervo che ruggisce e si fa il caffè. Al terzo giorno di questa nuova era, la metamorfosi è completa. Bankeri è diventato Baboo. Non una maschera, ma una nuova specie: forse non è la peste, ma sicuramente è la beffa. Privato della valvola di sicurezza del reale – quella impassibile forza di gravita che, volente o nolente, riporta le estremità dell’essere umano, ovvero i piedi, là dove fino a poco tempo fa hanno poggiato, e cioè la terra – il virtuale prende il sopravvento. Pure, Baboo ancora non si è abituato. Non è nella sua natura. E non è neppure nella natura di Bankeri: pericoloso, come ogni uomo, quando sogna, sì, purché lo faccia a occhi aperti. Ma il virtuale, invece, non è il sogno. Il virtuale è ciò che fingiamo: quello che crediamo di essere e non siamo. E allora che succede quando non ci resta che quest’illusione da mostrare? Succede che, dopo i primi vagiti, Baboo si ritrovi a gestire le minuzie di giornate interminabili: gli entusiasmi lillipuziani per un pasto ben riuscito o le frustrazioni nane per un sonno irrequieto. E poi le faccende domestiche. Baboo! Capite?! Baboo!!! Lui – che fino a un attimo prima non lo avrebbe mai nemmeno immaginato… Proprio lui, Baboo, si incanta di fronte all’oblò della lavatrice come il sumero primigenio di fronte alla ruota; guarda il paesaggio da un’anta d’armadio, suicida una pianta nel terrazzo, traccia graffiti stellati su pareti di carta, sdivana, rassetta, s’arrabatta e s’annoia. Uno nessuno e centomila, Baboo. Eroe suo malgrado. Supereroe, anzi. Supereroe del selfie. Perché lo
schermo è il suo specchio. Nello – e attraverso lo – schermo Baboo vive lo stadio successivo della sua evoluzione: registrando, giorno dopo giorno, la maturazione della sua consapevolezza antropomorfa, prende coscienza della solitudine. Negli – e attraverso – gli specchi altrui scopre di non essere l’unico della sua specie: un branco sterminato di individui isolati e connessi che guardano ai pixel di una superficie luminosa come all’epicentro di un panottico. Ci stanno osservando, in questo momento? Si chiedono tutti i segregati. Guardano me, adesso? Si domanda Baboo. E lancia un segnale. Poi un altro. E un altro ancora. La notifica in una bottiglia. Migliaia di correnti nell’etere. Milioni di bottiglie.Un mare di notifiche. E altrettanti naufraghi dispersi. Alla fine, risorge come Seneca, Baboo: perora e consuma un rito primordiale. La memoria cosmica si fonde con i beat del passato prossimo: birilli dada e reliquie pop. È la scoperta della civiltà. Il vagito tecnologico. L’inizio della fine. Baboo ha compiuto il suo ciclo. 9 marzo – 17 aprile 2020: Odissea in uno spazio.

 STARDUST

2018 – Bankeri meets Rolls Royce – PH. Giovanni De Angelis

 STARDUST BATTLE

“Installation / Partecipated work”
Stardust: (something that causes) a pleasant dream-like or romantic feeling
MACRO Museo di Arte Contemporanea di Roma 21/28 Dicembre 2019
(in these pictures the Stardust Battle)
Ph. Giovanni De Angelis, Video Monkeys videolab

 

BANKERI STARDUST

di Stefano Gallerani

 

A Star is born. A Star has burned. Non siamo figli delle stelle. Ma stiamo a guardare. So many Stars. Miliardi di meteore. Frammenti di comete. Lampi d’istanti. Anni luce. Un battito di ciglia e torna il buio tra un bagliore e l’altro. Un batter d’occhi e siamo morti. Dimenticati. Irreplicabili. Come non fossimo mai esistiti. Detriti immateriali nella galassia. Ashes to Ashes. Funk to Funky. Cenere alla cenere, polvere alla polvere. Ma di stelle. Sempre loro. Sempre noi. Stardust. Memories. Ma la memoria non trattiene nulla. Puro riposo della mente. Esiste solo l’immaginazione. Il sogno. L’oblio del nome e del sangue, della linea e del piano, della piramide e del cilindro, delle onde e del mare. La scordanza dei Cesari e degli Shakespeare, dell’armi e degli amori. È la fatica della notte: su tarea mágica… Su marea trágica… La terra calpestata e le corde tese. Il Circo. E dal Circo piombano sulla nostra terra le stelle di Bankeri. Stelle come me. Stelle Come Te. Una lunga coda colorata di punte e di carta, come in un gioco. Spiccate a forza dalle pareti urbane, staccate dai muri, ritagliate, strappate, stropicciate, stese sulle tele o fissate sulla lamiera di un monumento. Un’icona. Silver spirit. Un fantasma d’argento. La macchina delle star. La traccia concreta di una vita volatile. Simulacro di infinito. Il ponte oltre il quale mirare interminati spazi, sovrumani silenzi e profondissima quiete. Nella fantasia di Bankeri, tra le sue mani e con la sua poesia, la metamorfosi diventa scultura e colore. Apollo e Dafne. Stardust e Silver Spirit. Astronavi di inquietudini. Vettori di illusioni. Star-System o Star Trek. Star Wars o Next Generation. Ciò che non siamo. Quanto vogliamo. Una supernova di pulsioni contrastanti. Bruciare come Icaro ma restare, come Ovidio, per raccontare la nostra storia, dagli anni Ottanta al tramonto del millennio. L’effimero diventa permanente nella notte di San Lorenzo dell’arte. E, per un attimo, quindici minuti sono un’eternità.

 NOTHING BUT FLOWERS

Relais Rione Ponte Roma sep. 2019 jan. 2020
in collaboration with Emmeotto Gallery Roma
curated by Valentina Luzi
Rooms Ph. Alessandro Catania

 DREAMON/DREAMOFF
RIPOFF/BARON

Solo Show, Museum installation, “DreamOn/DreamOff “
Performance, “RipOff/BarOn” featuring percussion by Ermanno Baron
Macro Museo di Arte Contemporanea di Roma, Sep. 2019
Ph. Giovanni De Angelis – Video Monkeys videolab

 FOSSIL FLOWER

“Il labirinto dello sguardo”
Group exhibition curated by Massimo Scaringella
Galleria Palazzo Nicolaci Noto (IT)
jun. sep. 2019

 SUPERNOVA

“Introspective window”
Group exhibition curated by Valentina Luzi
 Galleria EmmeOtto Roma
feb. may 2019

 MICROCOSMO

“visioni di paesaggi contemporanei dal mondo” curated by di Antonio Trimani e Monica Di Gregorio Museo di Palazzo Doria Pamphilj
Valmontone (Roma) 16 Febbraio | 31 Marzo 2019
in collaboration with Le Stazioni Contemporary Art, Milano
(in these pictures with Jimmie Durham and Mimmo Rubino)
https://www.comune.valmontone.rm.it/news/microcosmo/

 MACROASILO

2018 – Artist in residence at Macro Museo d’arte contemporanea Roma – PH. Giovanni De Angelis

 LIBRA

“Zodiaco 12 artisti per 12 segni”
Group exposition, curated by Daina Maja Titone
Mac Gallery Rome

POPRELIQUIA

2017 – Curva Pura – Roma

BoCS

2017

Friday, December 15, in the halls of the Monumental Complex of San Domenico, in Cosenza, there was the inauguration of the BoCs Art Museum, the Museum of Contemporary Art dedicated to the project of artistic residence. Inside the museum a “wolf” realized during the residence of October.

PH. Filippo Tommasoli

FACE 2 FACE

2017

The Face2Face book / catalog was presented, a collection of meetings, which took place over a period of 15 days, and which involved dozens of artists who interacted tirelessly with visitors. In my personal experience I have exchanged “bleating” and opinions with my guests talking about the Dolly sheep, a theme dear to me within the work production …

URBAN REACTION FIGURE

2017

Macro Testaccio – Roma

RI\CIRCOLI

2017

Galleria Triphè – Roma

DE FLORA ET FAUNA

2016

Palazzo Orsini – Bomarzo (VT)

MAAM

2014/2017

MAAM – Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz – Roma

 

 

2015

INSIEME – opera del MAAM per CITTADELLARTE Fondazione Pistoletto (Biella)

MEZZAGALERA
Dream on/Dream off

2016

Ex carcere mandamentale di Montefiascone (VT)

PH. Giovanni De Angelis
___

Quando lo spazio è limitato, i pensieri sbattono su i muri, spegnere la luce è l’unico modo per perdere lo spazio… Poi un cane divora sogni ti riporterà alla realtà.

PANEM ET CIRCENSES

2016

Sala Orsini di Palazzo Chigi – Formello (RM)

ANIMALS

2015

Atelier Livia Risi – Roma

OSSA, PARTENZE E VERGINI

2013

Galleria Fondaco – Roma

DOLLY

 since 2009

Textaul contributions

Stardust

(MacroAsilo – Museo Macro 2019)

Stefano Gallerani

 

Nothing but flowers

(Relais Rione Ponte Roma 2019)

Valentina Luzi

 

Introspective window

(Galleria Emmeotto Roma 2019)

Valentina Luzi

 

Meglio un giorno da leoni

(Pop reliquia – Curva Pura 2018)

Giorgio de Finis

 

De Flora et Fauna

(Deflora et fauna – palazzo Orsini Bomarzo VT 2017)

Tommaso Cascella

 

 RI/CIRCOLI

(Galleria Triphè Roma – 2017)

Maria Laura Perilli

Mezza galera

(Mezza Galera bordeaux edizioni -2017)

Maria Giovanna Musso

Panem et Circenses di Francesco Bancheri aka Bankeri. Collage tra archetipi e utopie urbane.

(Panem et Circenses – Formello (RM) 2016)

Fabio Benincasa

Collages, unplugged ed elogio della lentezza in Francesco Bancheri

(ossa, partenze e vergini – galleria Fondaco – Roma 2013)

di Barbara Martusciello

Inizio e fine

(Making Off – TestaccioLab 2009)

Melania Rossi

 

Exhibition and more

2019

Museum installation, “Stardust “, Macro Museo di Arte Contemporanea di Roma
Group exhibition, “Gialla”, Galleria Galla Roma
Group exhibition, “dalla street art alla space art”
curated by Simona Capodimonti, Palazzo Velli Expo Roma
Solo exhibition, “nothing but flowers” curated by Valentina Luzi featuring EmmeOtto Gallery, Relais Rione Ponte Roma
Solo Show, Museum installation, “DreamOn/DreamOff “, Macro Museo di Arte Contemporanea di Roma
Performance, “RipOff/BarOn” featuring percussion by Ermanno Baron, Macro Museo di Arte Contemporanea di Roma
Group exhibition, “Giornata mondiale del Ready Made” promoted by Pablo Echaurren, Macro Museo di Arte Contemporanea di Roma
Group exhibition, “Il labirinto dello sguardo” curated by Massimo Scaringella, Galleria Palazzo Nicolaci Noto (IT)
Group exhibition, “Introspective window” curated by Valentina Luzi, Galleria EmmeOtto Roma
Group exhibition, “Microcosmo” curated by Antonio Trimani and Monica Di Gregorio, Museo Palazzo Doria Pamphilj Valmontone (IT)
Group exposition , “Fast Art”,  Acronimo gallery Roma

2018

Group exposition, “Zodiaco 12 artisti per 12 segni” curated by Daina Maja Titonel,  Mac Gallery Rome
Artistic residence, Atelier 3 Macroasilo, MACRO Museum of Contemporary Art of Rome
Group exposition “Sagome 547” curated by Horti Lamiani Associazione Culturale, Basilica di San Lorenzo Rome
Group exposition  “Empatia” curated by Marialaura Perilli, Triphè Gallery Rome

2017

Solo show, “Pop Reliquia”,  Curva Pura Gallery Rome
Artistic residence and Work in a museum collection, BoCs Art Museum curated by Alberto Dambruoso, Cosenza (IT)
Group exposition, “Vento Dal Mediterraneo Artisti Sciroccati VOL IIII”, Kunsthausrot Gallery Berna (CH)
Group performance,  “Face to Face” curated by Giorgio de Finis, ex carcere mandamentale di Montefiascone (IT)
Group exposition, “Roma Art Week 2017” , Bat-Gallery Rome
Group exposition, “Urban RE/Action Figure” curated by di Acronimo,  Macro Factory Museum Rome
Solo show, “RI/CIRCOLI” curated by Marialaura Perilli,  Triphè gallery Rome

2016

Group exposition, “De Flora Et Fauna curated” by Stella Tasca, Palazzo Orsini Bomarzo (IT)
Group exposition, “Fantastic Metropolitan Creatures” curated by Luisa Catucci, Gallery Cell 63 Berlin (DE)
Site Specific, “Hangar” MAAM Museum Rome
Artistic residence, “Mezzagalera” curated by Giorgio de Finis, ex carcere mandamentale Montefiascone (IT)
Solo show, “Panem et Circenses” curated Giorgio de Finis, Palazzo Chigi/Sala Orsini Formello (IT)
Installation, “T-Rex” Museum DIF Formello (IT)

2015

Solo show and t-shirts production featuring stylist Livia Risi, “Animals”, Atelier Livia Risi, Rome
Fair, Affordable Art Fair Fondaco Gallery,  Amsterdam (NL)
Group exposition, Domenico Purificato Gallery Rome
Group exposition, “Insieme”, curated by Giorgio De Finis, Terme Culturali della Fondazione Pistoletto, Cittàdellarte Biella (IT)

2014

Group exposition “7 vizi per 7 virtù” il Margutta  Rome
Site specific, “MAAM ReBirthDay” MAAM Museum Rome
Group exposition, “MAAM_Il Museo sulla Luna” curated by Giorgio de Finis, Interno 14 Rome
Solo show, “Lancio Spaziale” curated by Francesca Barbi Marinetti,  Il Margutta Roma
Site specific, “Elephant in the Room”, MAAM Museum Rome

2013

Group exposition, “Women in rock”, Il Margutta Rome
Solo show, “Ossa Partenze e Vergini” curated by Flora Ricordy, Francesca Marino e Barbara Martusciello, Fondaco Gallery Rome

2012

Group exposition, “Contemporanea”, Studio L4C  Rome
Group expositions, “Play art” curated by Associazione Culturale Artedì, Galleria On The Moon Rome
Fair,  Affordable Art Fair,  Fondaco Gallery, Macro Museum la Pelanda Rome
Fair,  Affordable Art Fair, Fondaco Gallery, Studio Super Più Milan (IT)

2011

Group exposition, Fondaco Gallery Rome
Group exposition, Contemporary,  Contemporanea Gallery Rome
Solo show, “Uer is dolli” , Brancaleone expositive space Rome
Group exposition, “Borderline” curated by Melania Rossi,  Palazzo Valentini Rome
Group exposition,  La stanza di Marilyn  curated by Giorgia Calò, Chambres d’amis Rome
Fair, Arezzo ArtExpo,  Triphè Gallery Arezzo (IT)

2010

Group exposition, “Che palle!” curated by Giorgia Calò, Il Margutta Rome
Group exposition, “Warten Auf Sol Invictus” curated by Luisa Catucci, Cell63 Gallery  Berlin (DE)

2009

Intallation site specific, “Strike” curated by Studio A’87  and Ass.ne Viaggiatori sulla Flaminia -Artsystemfest Bowling/Spoleto – Spoleto (IT)
Solo show,  Rising Love expositive space Rome
Solo show,  “Making off #1″ curated by Melania Rossi, Testacciolab Rome

2008

Solo Show “Contaminazioni” curated by Maria Laura Perilli, Triphè Gallery Cortona (IT)

2007

Group exposition, “IncontrArte 3″ curated by Raffella Aresu, Brancaleone expositive space Rome

2005

Scenographer, “Concha Bonita” director by Alfredo Arias , translation by Vincenzo Cerami, music by Nicola Piovani – Italian tournèe
Scenographer,“Vincenzo Cerami legge L’ecclesiaste”, Teather Ambra Jovinelli Rome

2004

Solo show,  “Plastic”  foyeur Palladium theatre Rome
Scenographer, “lettere al metronomo” director Vincenzo Cerami, music by Nicola Piovani, Ambra Jovinelli theatre Rome
Group exposition, “Strade dell’arte, artisti raccontano la periferia”, Istituto comprensivo statale Casetta Mattei Rome

Publication

 

Face 2 Face
Giorgio de Finis
Bordeaux edizioni
2017

Mezza Galera. Artisti in resilienza
Giorgio de Finis
Bordeaux Edizioni
2016

 

 

 

Catalogo del Dif
curated by Giorgio de Finis
Inside Art Autori
2017

Forza tutt*
Giorgio de Finis
Bordeaux Edizioni
2015

Maam
Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz_città meticcia
di Giorgio de Finis
Bordeaux edizioni
2017